«Tributo a Mikel Azurmendi. Un uomo dalla ragione e dal cuore aperti»

28 ottobre alle ore 20.00

«Tributo a Mikel Azurmendi. Un uomo dalla ragione e dal cuore aperti»

In streaming sul canale YouTube di AIC al link https://www.youtube.com/channel/UCLIcpBiPCgASbirKfYESqWw

 

Questo libro è la cronaca di una scoperta fatta in seguito ad un viaggio durato tre anni, durante il quale l’autore percorre le vie della Spagna per incontrare una realtà fino allora a lui sconosciuta: gente di oggi che come dice lui” vive con valori di 2000 anni fa” in forza della fede. Azurmendi è un uomo tipico del XXI secolo: si era allontanato dal Cristianesimo anche se teneva in università lezioni sulle religioni. Poi ascolta alla radio uno sconosciuto “Fernando” mentre è recluso in ospedale. E sente qualcosa di mai udito in tutta la sua vita di intellettuale e di uomo impegnato nella società, Lo sente e lo ammira. E non lascia perdere. Il suo viaggio diventa incontro con” gente nuova”, diversa di cui non conosceva l’esistenza. Vuol conoscere e capire. E l’ammirazione cresce per quel modo di vivere insieme, insieme in questo tempo di nihilismo individuale! Di concepire l’amore, la famiglia, la scuola, la carità. E con intelligenza acuta e con riflessioni e domande profonde, racconta la realtà del Cristianesimo come se accadesse per la prima volta.E apre gli occhi a noi, perché quella  che rivive nel suo stupore è la storia che è stata donata a noi, è la vita stessa del Movimento, quella che spesso pensiamo di conoscere già. Attraverso i suoi occhi stupiti egli ci descrive  le diverse realtà generate da questa popolo:  l’EncuentroMadrid simile al nostro Meeting, il metodo educativo delle numerose scuole cattoliche nate da questa esperienza, le testimonianze di adozione  anche di bambini malati terminali,  e soprattutto le iniziative di caritativa messe in atto con zingari e tossici della periferia di Madrid.Il libro di Azurmendi ci dà  dunque la  preziosa possibilità di poter rivivere la  stessa ammirazione per quello che ci è accaduto.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *